Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da Nuova Umanità.

È neccessario aggiornare il browser.

username password
Includi anche i risultati di NU news online
97

La nostra dimora: il Dio trinitario.

di Klaus Hemmerle
L'esperienza di Dio di Chiara Lubich

Una settimana prima della sua morte Klaus Hemmerle, vescovo di Aachen, ebbe un colloquio con tre redattori della rivista tedesca «Das Prisma» in cui parlò dei tratti particolari dell'esperienza di Dio di Chiara Lubich. Affrontò l'argomento rifiutando il ruolo di "osservatore esterno" e volle parlare in prima persona del suo incontro con la spiritualità dell'unità. Viene qui riportata la trascrizione tradotta di quella conversazione, che ci sembra un autentico testamento spirituale. «Nuova Umanità» vuole così ricordarlo ad un anno dalla sua entrata nel seno del Padre. Una settimana prima della sua morte Klaus Hemmerle, vescovo di Aachen, ebbe un colloquio con tre redattori della rivista tedesca «Das Prisma» in cui parlò dei tratti particolari dell'esperienza di Dio di Chiara Lubich. Affrontò l'argomento rifiutando il ruolo di "osservatore esterno" e volle parlare in prima persona del suo incontro con la spiritualità dell'unità. Viene qui riportata la trascrizione tradotta di quella conversazione, che ci sembra un autentico testamento spirituale. «Nuova Umanità» vuole così ricordarlo ad un anno dalla sua entrata nel seno del Padre.