Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da Nuova Umanità.

È neccessario aggiornare il browser.

username password
Includi anche i risultati di NU news online
214-215

La creazione. 3. La persona e le sue notti

di Giuseppe Maria Zanghý

Il presente articolo è la rielaborazione di una riflessione che l’Autore ha presentato presso il Centro del Movimento dei Focolari, nel quadro di una serie di incontri dedicati all’approfondimento del carisma dell’unità. La fonte cui Zanghí fa costantemente riferimento è costituita da alcuni appunti che Chiara Lubich scrisse a partire dall’estate del 1949 e fino al 1951, per comunicare alle sue prime compagne e ai primi compagni l’esperienza mistica che stava vivendo. Tale esperienza ebbe inizio il 16 luglio 1949 – scaturendo da un “Patto” di unità che ella strinse, affidandosi a Gesù Eucaristia, con Igino iordani – e le spalancò l’anima ad una nuova comprensione della creazione e dell’umanità. In questo articolo l’Autore cerca di chiarire alcuni aspetti originali portati dal carisma di Chiara Lubich nella vita spirituale, iniziando una riflessione sulle “prove” che in essa si possono incontrare.