Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da Nuova Umanità.

È neccessario aggiornare il browser.

username password
Includi anche i risultati di NU news online
104

Considerazioni sull'importanza delle scoperte qumraniche per la conoscenza del pensiero ebraico e delle origini cristiane: intervista a Paolo Sacchi

di Giovanni Ibba

Paolo Sacchi è Ordinario di Filologia Biblica all'Università di Torino. Nel 1979 ha fondato la rivista «Henoch» e l'Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo (AISG). Dopo le nuove scoperte nel campo della letteratura apocrifa e qumranica, le discussioni accademiche riguardo alla evoluzione del pensiero giudaico dalla sua formazione fino al sorgere del cristianesimo si sono intensificate, portando a posizioni a volte molto diverse. La presente intervista, considerando particolarmente le opere scoperte vicino al Mar Morto, riguarda i temi principali del pensiero giudaico quali l'apocalittica, il messianismo, il problema del male, la nascita del cristianesimo.