Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da Nuova Umanità.

È neccessario aggiornare il browser.

username password
Includi anche i risultati di NU news online
140-141

Il silenzio di Dio: scandalo o nuovo accesso?

di Carlos Garcia Andrade

Già molti secoli fa, il Salmista manifestava la convinzione che la gloria di Dio si rivela nel mondo che ci circonda, e questa era una tra le evidenze fondamentali che configuravano l’orizzonte personale e sociale della maggioranza dei componenti della società occidentale fino a poche decine di anni fa. Il che oggi non accade più. L’evidenza esplicita dell’onnipresenza divina è andata deteriorandosi quasi impercettibilmente ed è stata sostituita dal suo opposto: il silenzio di Dio. Per molti – ivi compreso un gran numero di credenti – l’evidenza culturale più manifesta è che Dio si sia nascosto e taccia. Il cielo si è fatto improvvisamente vuoto. Come capire questo fenomeno? Come interpretarlo?L’articolo analizza la questione secondo cinque dimensioni: esperienziale, esistenziale, personale, sociale e intellettuale.

 

Articolo completo disponibile in Pdf