Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da Nuova Umanità.

È neccessario aggiornare il browser.

username password
Includi anche i risultati di NU news online
170

Il coraggio di essere educatori oggi

di Michele De Beni

Di fronte al disorientamento e al non-senso che serpeggia nella cultura postmoderna molti nostri educatori, famiglie e insegnanti in primo luogo, sono scoraggiati perché avvertono di non essere valorizzati e di esser lasciati soli. C’è chi parla addirittura del tramonto dell’educazione stessa. Bisogna invece ridare centralità all’educazione, il tesoro vero dell’umanità, ma prima di tutto ripensare a una cultura della formazione degli educatori e risvegliare una fede nell’educazione. Il peggior pericolo per l’educazione è proprio lo scoraggiamento degli adulti. Urge un più generoso investimento educativo: nelle famiglie e tra famiglie; nei curricoli scolastici; nelle relazioni tra persone e gruppi. Per questo occorre sostenere i giovani che intraprendono gli studi nel campo dell’educazione, sostenerli e valorizzarli in questa vocazione. C’è bisogno di competenza, ma anche di passione, di candore e di semplicità, di valori e di maestri veri cui mirare.

 

Articolo completo disponibile in Pdf