Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da Nuova Umanità.

È neccessario aggiornare il browser.

username password
Includi anche i risultati di NU news online
211

L’amore degli amori: la politica nella visione carismatica di Chiara Lubich

di Antonio Maria Baggio

Chiara Lubich ha dato un contributo fondamentale alla riscoperta della fraternità, particolarmente durante gli ultimi anni del suo impegno pubblico. L’articolo cerca di comprendere il significato originale che Chiara ha dato alla fraternità.
La sua interpretazione affonda le radici all’interno della realtà trinitaria di Dio e, in particolare, in Gesù Abbandonato; la sua visione della fraternità è profondamente legata all’esperienza mistica del 1949. C’è una “logica” della fraternità, che sorge dalla “logica” trinitaria. Infatti, da una parte si può comprendere pienamente la sua concezione della fraternità solo all’interno della fede cristiana. D’altra parte, il pensiero di Chiara sulla fraternità è cresciuto nel contesto dei nuovi Movimenti sociali che Chiara Lubich stava fondando e sviluppando, in particolare il Movimento politico per l’unità. All’interno della prospettiva di questo Movimento, la fraternità è proposta a tutti nella sua dimensione umana universale, anche al di fuori di ogni appartenenza religiosa.