Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da Nuova Umanità.

È neccessario aggiornare il browser.

username password

2013: le elezioni in Italia

29 Aprile 2013 - foto -

Il commento del prof. Baggio al discorso in Parlamento del presidente Napolitano

di Fabio Colagrande - Radio Vaticana

In Italia, dopo le consultazioni di ieri per la formazione del nuovo governo, il Paese attende ora una svolta politica dopo il...


11 Aprile 2013

Italia, politica. Baggio: scelta comune del capo dello Stato sarebbe segnale forte in Europa

di Luca Collodi - Radio Vaticana

In attesa dell’elezione del nuovo presidente della Repubblica, in Italia la politica sembra in stallo mentre si aggrava la...


27 Marzo 2013

Ancora sui principi non negoziabili: perché devono stare insieme

di Antonio Maria Baggio

I principi “non negoziabili” sono l’oggetto dell’Editoriale della rivista «Nuova Umanità&ra...


08 Marzo 2013

Chi ruba nei supermercati…

di Luisa Balduzzi

In questi giorni mi torna in mente la canzone di Francesco De Gregori: Chi ruba nei supermercati. È del 1992, sembra scri...


27 Febbraio 2013 - foto -

Quali scenari possibili dopo le elezioni?

di Nuova Umanità

Riportiamo l'intervista di Radio Vaticana ad Antonio Maria Baggio


12 Febbraio 2013 - foto -

I "principi non negoziabili": verità  e strumentalizzazioni

di Antonio Maria Baggio

Il tema dei “principi non negoziabili” accompagna da vari anni le riflessioni di Benedetto XVI in merito all’...


28 Gennaio 2013

Siamo sicuri di meritarci l’Italia?

di Luisa Balduzzi

Lettere dal fronte quotidiano/2


23 Gennaio 2013

Uno sguardo sulla crisi politco-economica: rivedere gli obiettivi del sistema

di Moreno Orazi

Queste note condensano alcune riflessioni che mi ha suscitato la lettura dell’articolo di Antonio Maria Baggio[1], che con...


17 Gennaio 2013

Cattolici candidati a titolo personale

di Nuova Umanità

Intervista di Radio Vaticana ad Antonio Maria Baggio


09 Gennaio 2013

Le due Italie. Mappa per un percorso verso le elezioni politiche

di Antonio Maria Baggio

La formazione del Governo italiano presieduto da Mario Monti è avvenuta con modalità eccezionali in una grave...


31 Dicembre 2012 - foto -

Come ago in un pagliaio: alla ricerca del discorso democratico

di Marco Luppi

Il Paese vive oggi una crisi di valori e di rappresentanza.   Da una parte abbiamo sotto gli occhi gli scandali che stann...


28 Dicembre 2012 - foto -

Oltre i partiti personali: la riscoperta della politica

di Silvio Minnetti

Sulla scia delle riflessioni introdotte da Antonio Maria Baggio e riprese da Marco Martino e Paolo Giusta, sottolineo l’...


24 Dicembre 2012 - foto -

Noi Italiani, come gli Hobbit nella Terra di Mezzo

di Antonio Maria Baggio

Minority Report / 2


19 Dicembre 2012 - foto -

Perché bisogna pagare i debiti

di Paolo Giusta

Nella confusione che precede la campagna elettorale d’inverno aperta dalle dimissioni di Mario Monti, è possibile i...


13 Dicembre 2012 - foto -

Il ritorno di Berlusconi non è un progetto politico

di Marco Martino

L'incipit della riflessione che segue nasce dalla lettura dell'articolo "Berlusconi e Maritain" che inaugura la sezion...


29 Novembre 2012 - foto -

Berlusconi e Maritain

di Antonio Maria Baggio

Minority Report / 1


25 Ottobre 2012 - foto -

Le due Italie.

di Antonio Maria Baggio

Mappa per un percorso verso le elezioni politiche


27 Febbraio 2013
NU news 5

Quali scenari possibili dopo le elezioni?

di Nuova Umanità
Riportiamo l'intervista di Radio Vaticana ad Antonio Maria Baggio
Elezioni e schede

Il voto italiano consegna un Paese frammentato e a rischio di ingovernabilità. Proprio su questo punto Benedetta Capelli ha intervistato Antonio Maria Baggio docente di Filosofia Politica presso l'Istituto Universitario Sophia di Loppiano:RealAudioMP3

R. - Si delineano ancora dei blocchi ben precisi: centrodestra e centrosinistra. Non è riuscito l’inserimento di un centro forte proposto dal prof. Monti che avrebbe potuto cambiare la situazione. Monti sostanzialmente proponeva: “Andiamo al di là della vecchia concezione di destra e di sinistra, ci sono delle riforme da fare, allora mettiamoci a farle insieme”. Questa cosa non è stata recepita ed è evidente che gli italiani preferiscono lavorare all’interno delle collocazioni abituali di destra e di sinistra. Ha preso però corpo un grande “fantasma”, che è diventato reale: il Movimento 5 Stelle, che è l’elenco di tutte le cose che non funzionano nella politica e nella società. È chiaramente contrario agli altri partiti e rappresenta una sfida estremamente forte.

D. - Quali sono secondo lei ora gli scenari possibili: un governo di coalizione Pd, Pdl allargato al prof. Monti?

R. - Non credo che cercare la formuletta per tirare avanti sia una cosa facile. Una soluzione seria - ma non è l’unica - potrebbe essere quella di mettersi d’accordo per fare riforme essenziali: la riforma elettorale, la riforma della politica sulla trasparenza e l’onestà, e poi provvedimenti per il rilancio dell’economia; continuando ad attuare alcune delle riforme importanti avviate da Monti.

D. - Lo abbiamo appena accennato: il “boom” del Movimento 5 Stelle, di Grillo. Innanzitutto, un risultato del genere era quasi inatteso…

R. - Prendere sul serio ciò che il Movimento 5 Stelle dice è una cosa essenziale e significa prendere sul serio ¼ degli italiani che potevano astenersi, ma che invece vogliono ancora fare politica. Credo che qui possa venire anche dalla rete sociale dei cattolici un grande aiuto alla riflessione, per riformulare l’idea di destra e l’idea di sinistra.

D. - Il voto dei cattolici dove si è collocato, allora?

R. - E’ andato dappertutto. Io qui non parlerei e non ho parlato di voto, ma di pensiero sociale dei cattolici, della capacità che essi hanno di rappresentare la società. Quindi, non penso ad un conglomerato di cattolici che si esprima in un partito, ma ad una visione che i cattolici possono dare all’interno dei partiti dove sono, che a questo punto può veramente anche fare la differenza. Credo che sono i movimenti cattolici quelli che devono muoversi da soli, dare ai laici che ne fanno parte la possibilità di fare delle scelte personali, responsabili e di entrare in politica con dei progetti.



Testo proveniente dalla pagina http://it.radiovaticana.va/news/2013/02/26/elezioni_in_italia:_la_camera_al_centro-sinistra,_il_senato_al/it1-668309
del sito Radio Vaticana

  • Numero rivista: NU news 5
  • Materia: Politica